mercoledì 29 giugno 2016

Stanotte al Museo Egizio (29-06-2016)

Stanotte al Museo Egizio
(29-06-2016)



Un avvenimento televisivo, una serata speciale che ci porterà all’interno del Museo Egizio di Torino, il più importante al di fuori dell’Egitto. Un museo che è stato completamente rinnovato, ampliato e che ritorna a nuova vita.

A condurre la serata sarà Alberto Angela che accompagnerà gli spettatori in una visita straordinaria. E’ notte, le sale sono sgombre da turisti e da curiosi; i capolavori dell’antico Egitto emergono uno dopo l’altro e si lasciano ammirare in tutto il loro splendore. Il conduttore sarà l’occhio e la guida del pubblico. Potremo così soffermarci nella Galleria dei Re, davanti alle imponenti statue dei Faraoni che incutono timore e rispetto. Avremo modo di vedere nel dettaglio tutto quello che era contenuto nella tomba — una delle poche rimaste intatte — dell’architetto Kha e di sua moglie Merit: potremo così farci un’idea di quella che era la vita quotidiana degli Egizi, dal momento che la morte secondo la loro concezione era soltanto un passaggio a un’altra dimensione e perciò occorreva portarsi appresso nella tomba tutto ciò che poteva servire nell’aldilà.

Con la complicità del direttore del Museo Christian Greco, e un gruppo di curatori e restauratori al lavoro anche di notte osserveremo, in un laboratorio che ricorda quelli della polizia scientifica, particolari inconsueti, come le parrucche, le vesti pieghettate; mostreremo al pubblico di Rai Uno un tessuto che rivede la luce dopo millenni, e i sandali infradito, il trucco per il viso e per gli occhi, e soprattutto gioielli e amuleti di straordinaria fattura.

Potremo entrare nei misteri dei geroglifici, leggere iscrizioni e papiri che hanno affascinato Jean Francois Champollion, di cui vedremo l’ombra nel museo e ascolteremo le impressioni sulle collezioni torinesi. Insieme a Champollion, e grazie alla collaborazione del Direttore e degli Allievi del Teatro Stabile di Torino, incontreremo l’archeologo Schiaparelli, la regina Nefertari, e una giovane acrobata farà rivivere una il salto di una danzatrice immortalato su un piccolo ostrakon, uno dei reperti più famosi del Museo Egizio, da un anonimo artista.

Chi dice Egitto dice mummie, e a Torino ce ne sono alcune davvero singolari.
Tra le altre osserveremo quelle di tre sorelle di cui conosciamo anche i nomi, e quella di un ignoto, con i tratti del volto dipinti che lo fa assomigliare a un tragico pupazzo. Scopriremo anhe grazie a un’indagine endoscopica che molte delle mummie arrivate al nuseo sono falsi d’epoca. E naturalmente cercheremo di capire attraverso quali procedimenti e per quali motivi si cercava di impedire il disfacimento dei corpi.

In questo viaggio Alberto Angela non sarà da solo. Di volta in volta sarà affiancato da personaggi che illustrano il nome italiano nel mondo. Il navigatore Giovanni Soldini che ci parlerà delle imbarcazioni degli Egizi; il matematico Piergiorgio Odifreddi che racconterà la nascita della matematica, della geometria e delle tante leggende sulle maledizioni dei faraoni; la costumista premio Oscar Gabriella Pescucci che ci farà osservare le molte singolarità dell’abbigliamento; la storica Eva Cantarella che parlerà di amore e sesso nell’antico Egitto; Umberto Veronesi che illustrerà il tentativo degli Egizi di conservare la vita fino all’eternità con la medicina prima e con l’imbalsamazione dopo.

Ad accompagnare la notte, le note di Giuseppe Verdi dall’Aida, in parte rielaborate per un quintetto di giovani musicisti, risuoneranno nelle sale del museo rìsvegliando antiche sonorità, ambienti arcaici, imitando l’opera lirica nelle sue ambientazioni “egizie”. Così, come ombre sognanti, appariranno il violoncello, il flauto, l’oboe, il violino e l’arpa a sottolineare le emozioni suscitate da questa lunga notte al museo. Nell’aria invece risuonerà l’Egitto con i suoi ritmi e le sue sonorità senza tempo.

Tutto sotto gli occhi attenti di un vigilante speciale, un ospite d’eccezione caro al pubblico di Rai Uno: l’attore Alessio Boni.







martedì 28 giugno 2016

lunedì 27 giugno 2016

domenica 26 giugno 2016

venerdì 24 giugno 2016

Masters of Magic - Puntata 04 (24-06-2016)

Masters of Magic
Puntata 04 (24-06-2016)




giovedì 23 giugno 2016

mercoledì 22 giugno 2016

martedì 21 giugno 2016

Campionati Europei di Calcio 2016 Slovacchia - Inghilterra (20-06-2016)

Campionati Europei di Calcio 2016
Slovacchia - Inghilterra
(20-06-2016)




domenica 19 giugno 2016

sabato 18 giugno 2016

venerdì 17 giugno 2016

giovedì 16 giugno 2016

venerdì 10 giugno 2016

Stanotte a Firenze (09-06-2016)

Stanotte a Firenze (09-06-2016)


Di notte, senza le folle dei turisti, avrete il privilegio di scoprire una delle città più visitate e ammirate del mondo, restando a tu per tu con i suoi capolavori. Finalmente le opere d’arte potranno parlare e raccontare i segreti di una bellezza che incanta da secoli...
Un anno dopo “Stanotte al Museo Egizio di Torino” Alberto Angela accompagna il pubblico di Rai1 in un nuovo, affascinante viaggio notturno nel suo programma “Stanotte a Firenze” in onda giovedì 9 giugno in prima serata.
Una grande produzione, arricchita da ospiti d’eccezione come Andrea  Bocelli, Giusi Buscemi, Giancarlo Giannini, Oliviero Toscani...
Per la prima volta la Rai ha prodotto un documentario utilizzando telecamere in altissima definizione (4K HDR). Inoltre: effetti speciali, mini-fiction, droni... tutto al servizio di una grande operazione culturale.
Davvero il Davide di Michelangelo, la Primavera di Botticelli e molti altri antichi capolavori prendono vita sotto gli occhi degli spettatori!
Muovendosi in una Firenze notturna, e quindi ancora più suggestiva, Angela porta lo spettatore dentro gli Uffizi, gli fa scoprire monumenti famosi come la cupola del Brunelleschi, il campanile di Giotto, i capolavori del nostro Rinascimento, ma anche le tracce dei piccoli orfani cresciuti nello Spedale degli Innocenti, le antiche armi e le corazze, i sontuosi vestiti e i gioielli di corte. Ricorrendo perfino alle tecniche della polizia scientifica - quasi in un moderno CSI – Alberto Angela riuscirà a far rivivere la Firenze dei Medici in una luce nuova.

“Stanotte a Firenze” è un programma  di Alberto Angela, scritto con   Aldo Piro Etra Palazzi, e con Carlotta Ercolino Paola  Miletich Vito Lamberti Emilio Quinto.
Realizzato interamente da professionalità Rai.
La regia è di  Gabriele Cipollitti.



Download

Masters of Magic - Puntata 02 (09-06-2016)

Masters of Magic
Puntata 02 (09-06-2016)



Download

mercoledì 8 giugno 2016

domenica 5 giugno 2016

Ulisse - Il piacere della scoperta - Roma Amor: come amavano gli antichi romani (04-06-2016)

Ulisse - Il piacere della scoperta
"Roma Amor: come amavano gli antichi romani"


Con Alberto Angela questa sera, faremo un viaggio in un mondo scomparso del quale si parla molto ma che si conosce poco: l’amore ai tempi degli antichi romani.
Tante le curiosità da soddisfare: come ci si baciava 2000 anni fa nei vicoli dell’antica Roma? Come si amava 2000 anni fa in queste case? Si portavano rose alla fidanzata? Quali astuzie usava una donna per sedurre un uomo? E per tradire il marito? Come ci si sposava? Si usavano fedi? E’ vero che era facile divorziare? E poi quali erano i tabù sotto le coperte?
Per ricostruire un quadro completo e scrupoloso, ci si è basati su scoperte nei siti archeologici, dati di laboratorio, testi antichi e studi moderni, e centinaia tra reperti nei musei, affreschi, statue graffiti di Pompei e Ercolano. E le risposte trovate spesso risultano sorprendenti.
Scopriremo, ad esempio, che - contrariamente a quello che vediamo in tanti film – la morale era molto più rigida rispetto ad oggi, almeno per quanto riguardava la condotta per le strade. Non ci si baciava in pubblico e non ci si teneva per mano, neppure se si era marito e moglie. Ma in casa la moglie doveva baciare il marito almeno una volta al giorno. Lo stabiliva la legge, e l’obbligo del bacio si estendeva a tutti i parenti fino al secondo grado. Il motivo? Non l’amore o l’affetto, il bacio funzionava piuttosto da etilometro: serviva a capire se la donna avesse bevuto e quindi, allentato ogni controllo a causa dell’alcol, potesse tradire il marito.
Che cosa avveniva in caso di tradimento? L’unica soluzione era il divorzio? Purtroppo c’erano ben altre soluzioni che prevedevano persino l’uxoricidio. E quali erano le procedure per il divorzio? L’iniziativa poteva prenderla solo l’uomo o anche la donna?
Prima ancora di esplorare le modalità del divorzio, Alberto Angela indagherà sul matrimonio fin dal corteggiamento. Come avveniva? Che regali si facevano gli innamorati? E poi quali erano le fasi del fidanzamento e come si svolgeva il rito delle nozze?
Il viaggio di Ulisse riguarderà tutti i costumi sessuali dell’antica Roma toccando anche i temi della prostituzione femminile e maschile, e della omosessualità. Una ricerca condotta con serietà, senza scandalismi né moralismi, perché per gli antichi romani l’amore era considerato un regalo degli dei e quindi un sentimento da vivere fino in fondo.



Download

venerdì 3 giugno 2016